LIBERALIZZAZIONE DEL MERCATO DELLE FARMACIE: COSA CAMBIA

L’ampliamento del libero mercato nel settore farmaceutico ha imposto alle farmacie una capacità di visione più complessa, mutevole e cangiante, in grado di recepire in anticipo gli stimoli esterni e riadattarli alle proprie esigenze.

È evidente come oggi ci si trovi innanzi a una nuova rivoluzione della progettazione, della comunicazione e del visual merchandising farmaceutico. Layout, forniture e allestimenti non possono dunque prescindere dall’idea e dagli obiettivi di mercato che la farmacia che si è preventivamente fissati e dall’analisi preliminare dei clienti abituali e potenziali che il negozio intende raggiungere.

In questo senso, l’ottimizzazione degli spazi non dovrebbe riguardare il semplice posizionamento di prodotti e scaffalature, ma proporsi come una misura qualitativamente spendibile: occorre partire da concetti semplici, come l’ordine e la pulizia dei locali, per arrivare però a una gestione più attenta dei dettagli, dagli arredi all’illuminazione, fino all’effettiva esposizione dei prodotti. In questa operazione, il design svolge una funzione cruciale, definendo, insieme al posizionamento di mercato, l’esperienza sensoriale ed emozionale del cliente.

QUALE FUTURO PER LE FARMACIE?

Tradotto in altri termini, la farmacia deve dare oggi la massima visibilità di se stessa, ponendosi laddove possibile in luoghi altamente affollati, in ogni caso, mettendosi a nudo con l’uso di vetrine ampie e luminose, che già dall’esterno possano dare idea del proprio allestimento interiore, e con insegne e logo ben riconoscibili utili a comunicare una precisa idea di professionalità, così da attrarre nuovi e potenziali acquirenti.

L’ampiezza dei locali è certamente funzionale all’esposizione dei prodotti e all’esperienza del cliente, ma può oltretutto servire all’aggiornamento dell’offerta e per i nuovi servizi. Anche la differenziazione degli ambienti con strutture che possano dare riconoscibilità ai settori può risultare una scelta vincente, agevolando il cliente nell’orientamento e nella scelta dei prodotti, e allo stesso tempo inserendolo in percorsi di acquisto guidati dal personale della farmacia.